Il mistero della genealogia di Gesù

Re_Davide

La genealogia di Gesù

 Solo i Vangeli di Matteo e di Luca forniscono notizie sugli antenati di Gesù:

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn, Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.

Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf, Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia, Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia, Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia, Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.

Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle, Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo [Matteo 1, 1-16].

 

Gesù quando incominciò il suo ministero aveva circa trent’anni ed era figlio, come si credeva, di Giuseppe, figlio di Eli, figlio di Mattàt, figlio di Levi, figlio di Melchi, figlio di Innài, figlio di Giuseppe, figlio di Mattatìa, figlio di Amos, figlio di Naum, figlio di Esli, figlio di Naggài, figlio di Maat, figlio di Mattatìa, figlio di Semèin, figlio di Iosek, figlio di Ioda, figlio di Ioanan, figlio di Resa, figlio di Zorobabèle, figlio di Salatiel, figlio di Neri, figlio di Melchi, figlio di Addi, figlio di Cosam, figlio di Elmadàm, figlio di Er, figlio di Gesù, figlio di Elièzer, figlio di Iorim, figlio di Mattàt, figlio di Levi, figlio di Simeone, figlio di Giuda, figlio di Giuseppe, figlio di Ionam, figlio di Eliacim, figlio di Melèa, figlio di Menna, figlio di Mattatà, figlio di Natàm, figlio di Davide, figlio di Iesse, figlio di Obed, figlio di Booz, figlio di Sala, figlio di Naàsson, figlio di Aminadàb, figlio di Admin, figlio di Arni, figlio di Esrom, figlio di Fares, figlio di Giuda, figlio di Giacobbe, figlio di Isacco, figlio di Abramo, figlio di Tare, figlio di Nacor, figlio di Seruk, figlio di Ragau, figlio di Falek, figlio di Eber, figlio di Sala, figlio di Cainam, figlio di Arfàcsad, figlio di Sem, figlio di Noè, figlio di Lamech, figlio di Matusalemme, figlio di Enoch, figlio di Iaret, figlio di Malleèl, figlio di Cainam, figlio di Enos, figlio di Set, figlio di Adamo, figlio di Dio [Luca 3, 23-38].

 

Confrontiamo le due genealogie, partendo da Iesse padre del Re Davide:

 

 

Matteo Luca
Iesse Iesse
Davide Davide
Salomone Natam (o Nathan)
  Mattatà
Menna
Melea
Eliachim
Ionam
Giuseppe
Giuda
Simeone
Levi
Roboamo Mattat
Abia Iorim
Asaf Eliezer
Giosafat Gesù
Ioram Er
Ozio Elmadan
Ioatam Cosam
Acaz Addi
Ezechia Melchi
Manasse Neri
Amos Salatiel
Giosia Zorobabele
Ieconia Resa
Salatiel Ioanan
Zorobabele Ioda
Abiud Iosek
Eliacim Semein
Azor Mattatia
Sadoc Giuseppe
Achim Innai
Eliud Melchi
Eleazar Levi
Mattan Mattat
Giacobbe Eli
Giuseppe Giuseppe
Gesù Gesù

 

Gesù, secondo la genealogia di Matteo, sarebbe nato alla ventisettesima generazione della stirpe di Davide, mentre, secondo Luca, Gesù avrebbe visto la luce alla trentaseiesima generazione della stessa stirpe. Questa è già una stranezza, ma la ricostruzione di una genealogia millenaria non è cosa semplice ed errori ed incongruenze ci possono anche stare. E’ facile, però, notare come, a parte Giuseppe (preteso padre putativo di Gesù), Iesse e Davide, gli altri nomi della genealogia siano completamente diversi. Già al nonno di Gesù si danno due nomi differenti, nonostante che questi, all’epoca della nascita di Gesù, avrebbe potuto essere ancora vivo! Ciò che stupisce di più, però, è la linea di discendenza davidica: secondo Matteo, Gesù sarebbe un lontanissimo discendente del grande Salomone, mentre, secondo Luca, Gesù sarebbe un lontano pronipote del figlio di Davide Natam (o Nathan).

Questa differenza è profondamente inquietante: essa non è mai passata inosservata, né mai è stata negata; semplicemente è sempre stata attribuita in modo sbrigativo ad errori degli evangelisti. E’ strano, però, che gli errori abbraccino quasi l’intera genealogia. E’ strano che, in duemila anni, mai nessun traduttore, trascrittore, o divulgatore abbia pensato di modificare incongruenze tanto palesi: è evidente come nelle due genealogie non vi sia nulla da cambiare e che, con la loro esposizione, gli evangelisti Matteo e Luca abbiano voluto comunicare all’umanità qualcosa di importante: esistevano due “Bambini Gesù”, la cui storia, solo da un certo momento in poi (e vedremo quale), è confluita nelle vicende di un’unica entità. Matteo e Luca hanno parlato di due persone diverse!

Questa è un’ipotesi (avanzata anche dal padre dell’antroposofia Rudolf Steiner) decisamente choccante! Ne parleremo a suo tempo. Per il momento, dobbiamo limitarci ad accettare un’evidenza assoluta: le genealogie sopra riportate non possono riferirsi alla stessa persona.

In effetti, a ben pensarci, i racconti evangelici relativi alla nascita di Gesù ed ai suoi primi anni di vita sono decisamente differenti. E’ necessario approfondire e lo faremo nei prossimi articoli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>